Domenica 21 Luglio 2024

Croce Rossa Italiana
Comitato di Palmanova ODV

 

Logo35 1600pxDEF

Estinzione Mutuo Sede CRI Via Taglio Palmanova

icons8 activity history 100Con la Legge Regionale 14 del 2023 il Consiglio Regionale FVG, nel corso della seduta del 24/10, ha deciso l'assegnazione alla Croce Rossa di Palmanova di un contributo di 250 mila euro per l'estinzione anticipata del mutuo per l’acquisto della nuova sede in Viale taglio 6 a Palmanova.

 Il provvedimento è stato promosso dal Consigliere Regionale Roberto NOVELLI e dall’Assessore regionale alla salute, politiche sociali e disabilità, delegato alla Protezione dott Riccardo RICCARDI.

 Tale atto non può che derivare dal chiaro apprezzamento, da parte delle varie forze politiche, per quello che la Croce Rossa di Palmanova ha saputo mettere a disposizione della popolazione in passato e per la credibilità che abbiamo saputo creare per il futuro.
Nella quotidianità è frequente ricevere sinceri apprezzamenti dai diretti destinatari dei nostri servizi, da un sentito grazie o un semplice, e ancora più prezioso, sorriso.
Ma questo contributo conferma che il nostro lavoro è apprezzato anche da chi è chiamato ad amministrare il bene pubblico.

 A volte proviamo stanchezza per l'ennesima richiesta di aiuto alla quale facciamo l'impossibile pur di dare risposta, convinti che non si possa respingere qualcuno che si rivolge a noi.
Altre volte proviamo scoraggiamento di fronte a obiettivi che non riusciamo a raggiungere nei tempi che ci eravamo prefissati.
Ma la tenacia dei singoli, unita al supporto reciproco che possiamo trovare nel gruppo, hanno permesso di realizzare imprese che a volte ci parevano insostenibili, ma che risultano avere una grande importanza per molte persone. Hanno permesso di fare del nostro Comitato un riferimento di fiducia per l'intera Regione.

 Nel 2024 la Croce Rossa Italiana Comitato di Palmanova, festeggerà i suo 35 anni di fondazione. Fin dalla sua nascita si è contraddistinta per la dinamicità e l’operosità in tutte le attività proprie dell’Associazione e rispondenti ai sette principi fondamentali del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità, universalità.

L’attività più evidente è il soccorso sanitario, sia nella quotidianità dei servizi ambulanza di emergenza e dei trasporti secondari, come nella risposta a maxi-emergenze e grandi eventi. La Croce Rossa di Palmanova ha messo a disposizione i propri Posti Medici Avanzati in praticamente tutti gli eventi di maggior rilievo regionale dal ‘96 ad oggi: Adunate Nazionali Alpini, Visita Santo Padre a Redipuglia, Olimpiadi Gioventù Europea EYOF sono solo i più significativi. Le stesse strutture sono inoltre state impiegate dalla Sanità Regionale per rinforzare la capacità di risposta durante l’epidemia CoViD, come in altre emergenze di impatto minore.

Molto più discreta, ma altrettanto diffusa, e purtroppo in continuo incremento, è l’attività di supporto alle fasce deboli della popolazione. Il settore delle attività sociali del Comitato si occupa della distribuzione di aiuti alimentari e non, in tutti i 23 Comuni della Bassa Friulana rientranti nel territorio di competenza della Croce Rossa di Palmanova.

Di particolare rilievo è inoltre l’impegno nell’accoglienza di profughi e migranti. Nel biennio 1991-92, l’allora Delegazione CRI di Palmanova ha gestito quello che sarebbe diventato il più grande campo profughi di guerra in Italia dalla fine del secondo conflitto mondiale: quello a Cervignano del Friuli per l'accoglienza delle persone in fuga dalla guerra nella ex Jugoslavia.

Nell’estate 2014, sempre CRI Palmanova ha allestito e mantenuto operativo un campo per la prima accoglienza di migranti arrivati dal Mediterraneo e destinati a strutture in Regione, mentre tra il 2016 e 2017, ha coordinato un progetto pilota di integrazione e collaborazione tra comunità che ha visto coinvolti un gruppo di migranti, le amministrazioni e i cittadini di alcuni Comuni della Bassa Friulana. L'esperienza è stata decisamente positiva tanto da essere oggetto di un documentario (La Fratellanza di M. Agostinelli) presentato all'Ara Pacis di Roma.

In piena pandemia CoViD, quando le strutture per l’accoglienza di migranti minori non accompagnati erano sature o inabili, il Comitato ha allestito presso la propria nuova sede un centro di accoglienza che è arrivato ad ospitare fino a 47 migranti in contemporanea, fornendo così un importante supporto ai Comuni della zona e le rispettive Amministrazioni Locali.

La prosecuzione e diffusione di attività di questa rilevanza richiedono innanzitutto la disponibilità di una sede idonea. Conscio di questo, nel 2016, il Consiglio Direttivo del Comitato, con l’approvazione dell’Assemblea dei Soci, assunse un impegno decisamente gravoso per una associazione di Volontariato: l’acquisto di un immobile da destinare a propria sede. La struttura individuata era una un’immobile artigianale in disuso da alcuni anni; visti lo stato dell’immobile e la mancanza di garanzie sufficienti, l’ottenimento di un mutuo si dimostrò da subito un traguardo difficile. Grazie però ad un intento anticipato dall'allora Giunta Regionale per l’assegnazione di un contributo a parziale copertura dell’importo, il Comitato riuscì ad ottenere un muto di 400 mila €, seppur con iscrizione di un'ipoteca di 800 mila €.
Dopo qualche mese dalla sottoscrizione del mutuo, si palesò l’impossibilità di accedere al contributo. L’istituto bancario, pur concedendo un prestito temporaneo, impose la realizzazione di lavori di ristrutturazione tali da innalzare il valore dell’immobile di 60 mila € in pochi mesi. Con un impegno considerevole, Volontari e sostenitori del Comitato misero a disposizione le proprie professionalità ed il proprio tempo, garantendo così di riuscire a rispettare il vincolo.

Nel 2017 i Comuni del mandamento del Comitato, riconoscendo il valore e l’importanza della CRI palmarina per il territorio, concessero un contributo di 100mila € fornendo un importante aiuto per la prosecuzione degli adeguamenti della struttura che viene inaugurata nel 2019.

Allo stato attuale, il Comitato CRI ha puntualmente onorato 72 delle 180 rate per un importo complessivo di 196.675,88 €, in uno scenario economico che, nel solo ultimo anno, ha portato ad un incremento delle rate di oltre il 30%, passando dagli iniziali 2.847€ agli attuali 3.732€. Rimangono da pagare 108 rate per un importo stimato di 250.025,08€.

Ed è proprio grazie alla richiesta nuovamente avanzata alla Regione FVG, che in data 24 ottobre 2023 è stato deciso di erogare alla Croce Rossa di Palmanova un contributo di 250.000 euro finalizzato all’estinzione del mutuo residuo.

 Questa importante decisione permetterà di dedicare maggiori risorse nelle attività già in essere, come pure nell’intraprendere nuovi progetti a favore della popolazione, anche preparandoci nella risposta alle criticità che paiono prospettarsi per i prossimi anni.

 In data 5 dicembre 2023 la Regione Friuli Venezia Giulia per il Tramite della Direzione Centrale Salute, Politiche Sociali e Disabilità, ha provveduto ad erogare l’importo finanziato è stato immediatamente utilizzato a chiusura del mutuo in data 6 dicembre 2023.


Associazioni Amiche

b colore

lascia_un_messaggio
 
donazioni
 
facebook comitato
 
sito web nazionale
 
ice

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo