Domenica 27 Novembre 2022

Donazioni Emergenza Ucraina

Emergenza Ucraina

Croce Rossa Italiana
Comitato di Palmanova ODV

 

Primo Percorso E.S.M.S.T.

esmst 2015 mSi è concluso il primo percorso di Educazione alla Sessualità e Malattie Sessualmente Trasmissibili (E.S.M.S.T.), svolto dai Giovani del Comitato Locale di Palmanova. Il tutto consisteva in una serie di incontri rivolti ai ragazzi con più di 13 anni che hanno partecipato alle scorse edizioni del “Campo Scuola CR...Insieme”, di cui quattro rivolti prettamente ai ragazzi e uno di introduzione rivolto ai genitori, in cui hanno svolto alcune attività allo stesso modo in cui sarebbero state proposte ai ragazzi, quindi attraverso brainstorming, dibattiti, giochi e una minima parte di lezioni frontali.

Il percorso è stato affrontato sotto molteplici punti di vista, i partecipanti, una decina, sono stati inizialmente stimolati al dibattito riguardo al pregiudizio e alla discriminazione relativi alla malattia, poi è stata affrontata la sessualità in tutte le sue sfaccettature emozionali, relazionali e fisiche, per poi consolidare le conoscenze sull'anatomia e la fisiologia degli apparati riproduttori, e terminare con una parte specifica sulle malattie sessualmente trasmissibili e la contraccezione. Questo è stato possibile grazie al lavoro delle istruttrici E.S.M.S.T. ed alla collaborazione delle istruttrici di Educazione alla Pace del Comitato Locale di Palmanova.

 

Una volta terminato il percorso i ragazzi hanno ottenuto informazioni esaustive riguardo alle Malattie Sessualmente Trasmissibili e alla loro prevenzione, arrivando al punto di riuscire a riconoscere ed applicare quelli che sono comportamenti e stili di vita sani, abbattendo vari stereotipi e falsi miti sul tema della sessualità.

Il clima che si è creato all'interno del gruppo si è rivelato ottimale per la buona riuscita del progetto.

Gli obiettivi dei Giovani C.R.I. nel diffondere la campagna nazionale E.S.M.S.T. sono molteplici:

- primo fra tutti informare i giovani riguardo ai rischi a cui potrebbero andare in contro assumendo comportamenti errati e spesso sottovalutati;

- la conoscenza delle stesse malattie e dei corretti modi per prevenirle;

- l'abbattimento di false credenze e l'apertura al dialogo su questi temi spesso ritenuti tabù o poco affrontati sia nelle realtà scolastiche che all'interno delle famiglie.

I Volontari che hanno seguito il progetto si dichiarano entusiasti, così come i partecipanti. Il prossimo passo sarà quello di portare l'attività all'esterno, organizzando incontri su questo modello rivolti agli alunni delle scuole medie e superiori, ma anche alla popolazione esterna interessata.


lascia_un_messaggio
 
donazioni
 
facebook comitato
 
sito web nazionale
 
ice

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo